Reggio: “La Città Metropolitana di Reggio Calabria tra Cultura, Natura e Ospitalità

“La Camera di Commercio è impegnata sul tema della valorizzazione del settore turistico e tale attività, com’è ormai noto, è stata riconosciuta anche dalla recentissima riforma che prevede tra le funzioni delle Camere di commercio, quelle di valorizzazione del patrimonio culturale nonché sviluppo e promozione del turismo”. È quanto ha dichiarato Antonino Tramontana, presidente della Camera di commercio di Regbio Calabria.
“L’impegno – ha aggiunto Tramontana – si traduce in molteplici linee di intervento: il monitoraggio dei dati statistici strutturali e congiunturali del settore, con specifici approfondimenti che regolarmente vengono divulgati e resi disponibili on line; la certificazione e valorizzazione degli operatori turistici di qualità, con i marchi Ospitalità Italiana e Tradizioni Reggine in tavola. Ogni anno si organizza un evento di premiazione delle strutture certificate, per darne adeguata visibilità ma anche per attivare un confronto diretto con gli “addetti ai lavori”, per raccogliere importanti reazioni e input di supporto alla progettualità di possibili percorsi di valorizzazione turistica.
Negli ultimi anni, in aggiunta alle attività di monitoraggio dei flussi turistici e certificazione delle imprese di qualità, abbiamo intrapreso un cammino finalizzato a stimolare la sinergia e la collaborazione tra gli attori locali pubblici e privati, per superare l’individualismo che da sempre caratterizza il settore imprenditoriale turistico che, troppo spesso, si scontra con politiche di governance che pongono al centro la sinergia tra le imprese. Sono stati organizzati diversi incontri con rappresentanti delle imprese certificate, dell’associazionismo locale (commercio, turismo, agricoltura), e degli enti locali, per definire un piano di azione sostenibile e condiviso.
In quest’ottica, insieme alle altre Istituzioni impegnate per la salvaguardia e la valorizzazione delle risorse turistiche, è stato avviato un tavolo di coordinamento istituzionale per orientare le energie e gli indirizzi strategici nella stessa direzione e nell’interesse della collettività. Al tavolo al momento sono presenti la Soprintendenza A.B.A.P. per la Città metropolitana e la Provincia di Vibo Valentia, il Polo Museale della Calabria, il Museo di Reggio Calabria, l’Ente Parco Nazionale Aspromonte e la Città Metropolitana. Siamo ancora in una fase iniziale e sperimentale, ma i piccoli risultati ci incoraggiano a guardare avanti, a lanciare nuove proposte progettuali, di medio periodo.
L’obiettivo condiviso da tutti noi è quello creare le condizioni per lo sviluppo in chiave turistica del territorio attraverso l’individuazione di un complesso articolato di azioni finalizzate a delineare un contesto che faciliti un processo di sviluppo turistico integrato che non può prescindere dalla qualità dei servizi turistici, dalla valorizzazione e fruibilità delle risorse culturali e ambientali, dalla definizione di una identità turistica e dal sostegno a quel processo di destagionalizzazione dei flussi turistici da sempre auspicato.
Muovendoci lungo quest’asse è stato possibile avviare e realizzare congiuntamente progetti di cui alcuni “a breve termine”, altri “in via sperimentale”, altri ancora “già a regime” ma caratterizzati da una possibile evoluzione nel tempo:
sitireggini.it, è un data warehouse progettato con il supporto del Centro Ricerche e Studi sul Turismo dell’Università della Calabria che contiene dati sui beni architettonici, sui servizi turistici, sulle risorse enogastronomiche, sugli eventi culturali, sul patrimonio ambientale della Città Metropolitana. Le informazioni sono state raccolte con la fattiva collaborazione di numerose amministrazioni comunali, delle pro-loco, di associazioni di promozione territoriale e degli Enti che partecipano al tavolo istituzionale. SitiReggini rappresenta un modello e strumento di analisi territoriale aggiornabile e modificabile autonomamente nel tempo, per il censimento delle risorse turistico/culturali presenti sul territorio di propria competenza e per l’organizzazione delle stesse in aree tematiche rilevanti (quelle su cui maggiormente puntare ai fini dello sviluppo turistico locale, es: gastronomia e prodotti tipici, eventi e manifestazioni, strutture ricettive ed abitazioni per vacanza, impianti per lo sport ed il tempo libero, personaggi e fatti storici, risorse storiche-artistiche e culturali, ecc.). Affinchè sia funzionale agli obiettivi previsti, il servizio richiede un aggiornamento continuo delle informazioni in esso contenute, con il contributo fattivo di tutti i soggetti coinvolti. Rappresenta un sistema informativo aperto ai cittadini, ai turisti, alle associazioni, agli operatori economici ed alla pubblica amministrazione, di ausilio nell’organizzazione delle attività turistiche culturali. Le tecnologie mutuate dal mondo open source, permettono di contenerne i costi di sviluppo legati all’acquisizione di sistemi proprietari e la possibilità di agevolarne la trasferibilità “gratuita”. Non è un portale ma è un servizio con potenzialità di sviluppo tecnologico attraverso applicativi basati sulla cosiddetta “realtà aumentata”. E’ un data base che sicuramente richiede la traduzione, almeno in lingua inglese (è questo sarà uno degli obiettivi che cercheremo di realizzare per la prossima stagione turistica).
I marchi di qualità e certificazione volontaria “Ospitalità Italiana” e “Tradizioni Reggine in tavola”. Si tratta di strumenti di certificazione rivolti alle imprese della filiera turistica (alberghi, ristoranti, B&B, agriturismi, stabilimenti balneari, negozi tipici, agenzie viaggi) che hanno scelto quale obiettivo aziendale la “qualità certificata” dei loro servizi. Alle imprese certificate, oltre ad un impegno di qualità, abbiamo voluto richiedere, ove possibile, anche un impegno a potenziare il proprio legame con il territorio, privilegiando l’offerta di prodotti locali, un richiamo alla cultura locale nell’ambientazione, la disseminazione della conoscenza delle risorse culturali ed ambientali, anche mediante la distribuzione di materiale informativo.
I corsi di narrazione del territorio svolti in via sperimentale tra maggio e giugno 2017. Gli incontri sono stati rivolti agli operatori del settore turistico/ricettivo con il duplice obiettivo di accrescere la loro conoscenza delle principali risorse attrattive dell’intera Città metropolitana e di aumentarne la capacità di accoglienza in modo da far diventare loro stessi “ambasciatori” del patrimonio della Città Metropolitana. I temi trattati sono stati i seguenti: “Alla scoperta del territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria e delle sue risorse culturali”; “Reggio Calabria tra storia e cultura- un approfondimento sulla città Di Reggio Calabria”; “Il patrimonio naturalistico-ambientale e le tipicità dell’agroalimentare e dell’artigianato della Città Metropolitana”. I relatori sono stati gli stessi esperti della Soprintendenza, del Museo Nazionale di Reggio Calabria, del Polo Museale della Calabria, dell’Ente Parco e docenti dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria

La Brochure “La Città Metropolitana di Reggio Calabria tra Cultura, Natura e Ospitalità
E’ uno nuovo strumento cartaceo o scaricabile on line che mette a disposizione del turista informazioni utili su alcune tra le principali risorse culturali del territorio della Città Metropolitana, individuate dai partner dell’iniziativa, anche in relazione ad elementi di fruibilità. E’ un “elenco” sicuramente non esaustivo che, ci auguriamo di poter ampliare sempre più. Contiene alcune informazioni di base utili al turista per organizzare un breve itinerario nel territorio della Città Metropolitana, decidendo magari di soggiornare “un giorno in più”. La guida è anche lo strumento che dà visibilità alle strutture turistiche certificate, con i marchi di qualità “Ospitalità Italiana” e “Tradizioni Reggine – Saperi e sapori in tavola”. Alle Guida è associata anche la Card “SitiReggini” per beneficiare di sconti presso le strutture convenzionate.
Chiudo il mio intervento con alcune proposte in parte già condivise con il tavolo istituzionale, sicuri che altre proposte immancabilmente arriveranno dai relatori a questa conferenza stampa e che saremo ben lieti di condividere.
Per la preparazione della prossima stagione turistica ci proponiamo di migliorare le funzionalità del data base SitiReggini e di sostenere l’aggiornamento continuo delle informazioni. L’obiettivo sarà anche quello di rendere disponibile il patrimonio informativo almeno in lingua inglese.
Proseguiremo e miglioreremo le attività legate alla osservazione del fenomeno turistico, affinchè siano rilevati elementi quantitativi ma anche e soprattutto elementi qualitativi, legati alle aspettative, ai gusti ed ai comportamenti di consumo dei turisti, al momento non misurati, includendo anche quel turismo delle seconde case che ha un impatto significativo sull’economia del territorio. L’obiettivo sarà quello di mettere a disposizione di tutti informazioni funzionali alla governance pubblica ed alla definizione delle strategie di marketing del sistema imprenditoriale.
Obiettivo della Camera della Camera di Commercio sarà anche quello di promuovere un maggior coinvolgimento dei tour operator locali e delle organizzazioni di promozione del territorio affinchè si qualifichino e potenzino i servizi finalizzati alla costruzione di un’offerta turistica organizzata e di sistema della Città Metropolitana.
Proseguirà quindi il nostro impegno per la valorizzazione dei beni culturali e ambientali nel senso più ampio, per lo sviluppo e promozione del turismo, seguendo la strada intrapresa di condivisione e cooprogettazione pubblico e privata, con l’obiettivo far conoscere e rendere fruibili le nostre numerose risorse ambientali, storiche, architettoniche, enogastronomiche. Punteremo alla diffusione delle politiche di qualità, per costruire insieme agli operatori un’offerta turistica competitiva e di richiamo, rivolta anche a buyers stranieri interessati a conoscere e far conoscere il nostro territorio. Proveremo a valorizzare le peculiarità, la nostra identità turistica, continueremo a lavorare affinchè la stagione turistica si spinga oltre i mesi di luglio ed agosto, lavoreremo insieme alle altre Istituzioni affinchè sia garantita la valorizzazione ma al contempo la massima tutela del ricco patrimonio culturale ed ambientale della nostra Città Metropolitana”.
Alla presentazione era presente anche Natina Crea segretario generale della Camera di commercio di Reggio Calabria che ha dichiarato: “Come puntualizzato dal Presidente, la Città Metropolitana di Reggio Calabria è un territorio ricco di risorse culturali ed ambientali, in molti casi ancora da scoprire. Tutto ciò rappresenta una opportunità, ma è anche una sfida che può portare a qualche positivo risultato se è affrontata in una logica di sistema. Per il 2017 il nostro territorio è stato inserito dal “New York Times” nella lista delle 52 destinazioni da esplorare e la motivazione è essenzialmente legata alla ricchezza delle risorse enogastronomiche”.
“Purtroppo – ha sottolineato Crea – non siamo ancora in grado di fornire risultati relativi ai mesi di giugno e luglio, ma gli ultimi dati diffusi sui flussi turistici internazionali nella Città metropolitana di Reggio Calabria (fonte dati Banca d’Italia), riferiti al periodo gennaio-ottobre 2016, evidenziano dinamiche che ci incoraggiano a proseguire in tale direzione: i viaggiatori stranieri diretti nel territorio reggino sono stati 62 mila, ossia circa il 33% in più rispetto all’anno precedente. Questa dinamica ha comportato anche un consistente aumento del peso rivestito da Reggio Calabria a livello regionale: se nel 2015 poco più del 20% dei viaggiatori complessivamente diretti in Calabria sceglieva come destinazione la nostra Città metropolitana, adesso la quota è salita a circa il 30%. In espansione, pur modesta, anche il numero di pernottamenti, passati dai 607 mila dei primi dieci mesi del 2015 ai 617 mila del 2016 (+1,6%).
Sono circa 3100 le imprese ricettive (alloggio e ristorazione) della Città Metropolitana e rappresentano circa il 5,9% del tessuto produttivo locale. Certo il settore è più ampio, se si includono le agenzie viaggi e le ulteriori attività che svolgono servizi turistici, ma il dato mette in luce ancora un grande potenziale di crescita se si confronta con il dato medio nazionale (circa 436.000 le imprese di alloggio e ristorazione con un’incidenza del 7,2%).
L’impegno della Camera di commercio, come più volte puntualizzato se da un lato persegue obiettivi di crescita del settore, dall’altro punta ad accrescere la qualità dei servizi turistici che già operano e il legame degli operatori con il territorio.
Le iniziative in corso:
In questo momento e fino al 20 agosto gli operatori della filiera possono presentare la domanda per la certificazione “Ospitalità Italiana”. E’ un marchio, promosso su scala nazionale dal sistema camerale, rivolto alle strutture ricettive (Alberghi, Ristoranti, Residenze turistico alberghiere, Bed & Breakfast, Agriturismi, Stabilimenti balneari, Campeggi, esercizi di intermediazione immobiliare per le case vacanze, gli esercizi di commercio di prodotti tipici e le agenzie di viaggi) che garantiscono ai clienti un’ospitalità accogliente e qualificata attraverso un livello di servizio conforme ai requisiti di specifici disciplinari.
Dal 2016 la Camera di Commercio di Reggio Calabria ha integrato i disciplinari del sistema camerale con elementi che qualificano gli esercizi anche per il loro legame con il territorio, prevedendo una specifica menzione per le imprese che mostrano sensibilità ed attenzione ai valori della tipicità, e che orientano la loro attività anche alla valorizzazione di prodotti, servizi e risorse turistico-culturali locali.
L’iniziativa è volontaria e gratuita.
Le imprese candidate sono sottoposte ad una verifica ispettiva da parte di un organismo terzo che accerta il possesso dei requisiti, differenziati in relazione alla tipologia di esercizio e alla classificazione.
Le imprese sono soggette anche ad un controllo relativo alla regolarità amministrativa.
Oltre al marchio Ospitalità Italiana, la Camera di commercio ha istituito un proprio marchio “Tradizioni Reggine – saperi e sapori in tavola”; il marchio certifica e tutela le imprese di ristorazione che vogliono differenziarsi per la tipicità dell’offerta, con l’obiettivo di far conoscere e valorizzare la gastronomia tipica di qualità.
Le imprese certificate devono soddisfare, accanto alla “qualità” del proprio servizio, caratteristiche specifiche legate alle proposte enogastronomiche che traggono spunto dalla tradizione, utilizzando prodotti di origine del territorio della Città Metropolitana di Reggio Calabria.
Dal 2014, il marchio “Tradizioni Reggine – saperi e sapori in tavola” certifica, con una apposita menzione, quelle strutture ristorative che offrono nel loro menù anche i piatti e i prodotti aderenti ai principi della “Dieta Mediterranea”.
Anche per il marchio Tradizioni Reggine è previsto uno specifico disciplinare ed una visita da parte di un organismo esterno che verifica il possesso dei requisiti, nonché la regolarità amministrativa.
L’iniziativa è volontaria e gratuita.
La manifestazione d’interesse, affinchè le strutture interessate possano aderire, sarà pubblicata nel prossimo mese di settembre.
La Città Metropolitana tra Cultura, Natura e Ospitalità. Guida alla scoperta delle eccellenze del territorio. E’ un’iniziativa che è stata progettata con il “Tavolo di coordinamento istituzionale per lo sviluppo turistico della Città Metropolitana” con l’obiettivo di dare visibilità alle strutture certificate e di mettere a disposizione del turista informazioni utili a conoscere e visitare alcune tra le principali risorse culturali e ambientali del territorio della Città Metropolitana.
La brochure contiene anche una “card scontistica SitiReggini” che dà diritto all’applicazione di sconti pari al 10% rispetto ai prezzi alla carta (per i ristoranti), ai prezzi definiti all’atto della prenotazione (per le strutture ricettive), ai prezzi dei prodotti a scaffale (per gli esercizi commerciali di prodotti tipici), presso le imprese turistiche di qualità certificata che hanno aderito all’iniziativa e che risultano evidenziate in brochure con un apposito pallino rosso.
Per avere diritto agli sconti il turista deve esibire congiuntamente alla “card” anche il biglietto di ingresso ad uno dei siti di interesse della città Metropolitana riportati in brochure, attestante l’avvenuta visita; per i siti privi di biglietto d’ingresso abbiamo richiesto di rilasciare comunque un visto idoneo ad attestare la visita.
Il biglietto di ingresso potrà essere utilizzato per una sola volta e, pertanto, il gestore dell’esercizio turistico, tratterrà lo stesso biglietto che dà diritto allo sconto. Dovrà poi comunicare alla Camera di Commercio il numero di soggetti che hanno usufruito dell’iniziativa.
Il turista potrà segnalare alla camera di Commercio la mancata applicazione degli sconti da parte delle strutture aderenti e l’accertata inosservanza dell’impegno assunto dall’operatore comporterà la sopravvenuta esclusione dall’attività promozionale dell’Ente camerale.
La card SitiReggini è una sperimentazione per cominciare a mettere a sistema le risorse del territorio; può rappresentare un primo step per la costruzione di una vera e propria card turistica, secondo format già applicati in diverse città italiane ed extranazionali.
Abbiamo curato la stampa e la distribuzione di 60.000 copie, con l’auspicio che le informazioni in essa contenute spingano il turista a prolungare la propria permanenza nella Città Metropolitana per scoprire ed apprezzare il nostro patrimonio spesso sconosciuto. La brochure è comunque scaricabile on line accedendo alla pagina dedicata, anche mediante qrcode”.


by redazione