“La Calabria a Tutela degli Animali”

I recenti e tragici eventi di abbandono, maltrattamento e feroce uccisione di Animali, fortunatamente
non hanno lasciato indifferente l’opinione pubblica e ne sono una dimostrazione lampante le
manifestazioni e le petizioni con cui si richiedono a gran voce interventi legislativi a favore dei nostri
Amici a 4 Zampe con inasprimento delle pene e attuazione delle stesse.
L’orrore e lo sconcerto non sono stati fugaci sentimenti sulla scia della notizia da telegiornale: c’è ancora
un’umanità in grado di provare dolore per le sofferenze di esseri indifesi, colpevoli soltanto di essersi
fidati del proprio compagno-uomo o di essere finiti nei sadici “giochi” di crudeli serial killer in erba.
Una splendida notizia in termini di tutela del regno Animale arriva dalla Regione Calabria, con la
Proposta di Legge “Disciplina e tutela degli animali di affezione presenti nel territorio
regionale” presentata pochi giorni fa dall’On. Mario Magno.
Si tratta di un intervento legislativo ben studiato, che arricchisce il quadro normativo vigente, precisando
nel dettaglio tematiche indispensabili a garantire il benessere di Cani e Gatti, riconoscendo loro il diritto
ad un’esistenza dignitosa e priva di sofferenze.
Oltre ad indicare le competenze di ASP, Comuni, Province e Regione, compresa l’identificazione e la
registrazione di Cani e Gatti in anagrafe, la vigilanza e le sanzioni amministrative applicate in aggiunta a
quelle penali e amministrative previste dalle leggi vigenti, il testo chiarisce in maniera indiscutibile gli
“Obblighi del responsabile”, in termini di custodia, igiene, salute e benessere degli Animali.
Un ampio spazio è dedicato ai “Divieti”, di qualsiasi comportamento lesivo e violento, come:
l’avvelenamento, i maltrattamenti, l’abbandono, la detenzione in spazi e con modalità inadeguate, la
colorazione artificiale, l’utilizzo per il pubblico divertimento, i combattimenti, la prematura separazione
dei cuccioli dalla madre, la mercificazione attraverso l’esposizione in vetrina, la vendita e l’utilizzo di
gabbie trappola e di collari elettrici, la detenzione a catena, l’uso di collari a strozzo, la soppressione.
La doverosa attenzione è stata riservata ai Randagi e alla prevenzione del randagismo, prevedendo
compagne per l’affidamento e l’adozione degli animali abbandonati, alle colonie feline e alla Pet
Therapy sempre nel massimo rispetto degli Animali e del loro diritto alla vita e alla salute in quanto
esseri senzienti.

Un servizio lodevole e necessario previsto dalla Legge, quello della “Guardia Zooiatrica”, per garantire
una pronta assistenza sanitaria ed un ricovero sicuro ad Animali vaganti sul territorio comunale
incidentati, feriti o in pericolo di vita.
Ultima citazione, anche se non in termini d’importanza, quella relativa alle strutture cimiteriali per gli
Animali, per sottolineare ulteriormente, qualora fosse necessario, che i nostri Amici a 4 Zampe rivestono
un ruolo importante nelle nostre vite e questo non può essere ignorato anche nel momento dell’estremo
saluto.
Un gran bel salto evolutivo dunque, per tutti i calabresi, per merito di una Legge indispensabile al
progresso civile di ognuno e un grazie di cuore da tutti gli Amici, a due e a quattro zampe, della Change
Destiny No Profit.
Per scaricare il testo integrale della Legge “Disciplina e tutela degli animali di affezione presenti
nel territorio regionale” a firma dell’On. Mario Magno www.consiglioregionale.calabria.it/pl10/272.pdf
Dott.sa Angela E.M. Morabito
Antropologa
Presidente Ass.ne No Profit Change Destiny
www.change-destiny.org


by redazione