Calabria: Cosenza, Si pensa al Bike Sharing

“In diverse città europee si è diffuso, con successo, il bike sharing. Il bike sharing (il servizio di biciclette pubbliche) è uno strumento di mobilità sostenibile a disposizione delle amministrazioni pubbliche che intendono aumentare l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici (autobus, tram e metropolitane), integrandoli tra loro (trasporto intermodale) e integrandoli dall’utilizzo delle biciclette condivise per i viaggi di prossimità dove il mezzo pubblico non arriva o non può arrivare. È quindi una possibile soluzione al problema dell'”ultimo chilometro”, cioè quel tratto di percorso che separa la fermata del mezzo pubblico alla destinazione finale dell’utente. Per la città di Cosenza, soprattutto in centro città, sarebbe molto utile un servizio come questo, considerando anche il notevole incremento di piste ciclabili nella città dei Brutii. Il sistema di utilizzo è semplice: in diversi spazi pubblici vengono installate le stazioni per le bici che vengono parcheggiate nei loro appositi stalli. Lo stallo è la postazione per la bici, dotata di un sistema meccanico di aggancio che impedisce l’eventuale furto. Le stazioni sono tutte automatizzate, quindi per prelevare la bici è necessario fare l’abbonamento al servizio. Inoltre,come in un normale parcheggio, ci si avvicina con la propria card alla torretta della stazione che, dopo aver effettuato la lettura, indica quale bici è libera. Dopo l’utilizzo la bici può essere restituita in una stazione diversa da quella di partenza, riagganciandola nell’apposito stallo. Molti cosentini utilizzano la bicicletta per muoversi in centro città, aumentando così la necessità di avere un servizio di ‘condivisone della bicicletta’ come già offerto in tante città italiane ed europee.

Se venisse introdotto il servizio di bike sharing nella nostra città si potrebbero ridurre anche il traffico e l’inquinamento. Il servizio di bike sharing non solo potrebbe giovare ai nostri cittadini ma anche ai turisti che vengono a visitare Cosenza, rendendo loro più facile muoversi all’interno della città e pensando anche a dei servizi di audio guide da integrare ad esso. Il servizio di mobilità ecosostenibile credo sia un pilastro delle linee guida delle città che vogliono investire sulla sostenibilità e sulla salvaguardia dell’ambiente. Bisogna rendere Cosenza una città europea a tutti gli effetti!”. Lo afferma Enrico Morcavallo (capogruppo Grande Cosenza).


by redazione